Possono aderire all’associazione tutte le persone fisiche e giuridiche che condividono le finalità dell’organizzazione e sono mossi da spirito di solidarietà.
Sono previste quattro categorie di soci:

  • Soci fondatori, coloro i quali hanno sottoscritto l’atto costitutivo dell’associazione. Questi soci hanno diritto di voto nelle assemblee e fanno parte di diritto del consiglio direttivo e del comitato di garanzia.I soci fondatori eleggono il primo consiglio direttivo dell’associazione. I soci fondatori possono essere privati di tale titolo e dichiarati decaduti dal direttivo e dal comitato di garanzia in caso di gravi comportamenti che danneggino l’associazione. Perché un socio fondatore sia rimosso dalla carica occorre il consenso degli altri soci fondatori e la delibera dell’assemblea ottenuta con la maggioranza dei due terzi dei soci
  • Soci ordinari, coloro i quali si sono particolarmente distinti per presenza e costanza nell’attività sociale. Costoro accedono allo status di soci ordinari dietro presentazione di una domanda al comitato direttivo, che delibera a maggioranza entro 10 giorni dalla ricezione della domanda. Questi soci hanno diritto di voto nelle assemblee e sono eleggibili in consiglio direttivo.
  • Soci sostenitori, aziende, enti o associazioni a personalità giuridica che vogliono sostenere l’associazione, finanziariamente o fattivamente. I soci sostenitori hanno diritto di esprimere un delegato ciascuno il quale partecipa e ha diritto di voto in assemblea. L’assemblea voterà un rappresentante dei soci sostenitori nel comitato direttivo.
  • Soci simpatizzanti, coloro i quali vogliono finanziariamente sostenere l’associazione, senza però una partecipazione diretta alle attività dell’organizzazione. Questi soci NON hanno diritto di voto nelle assemblee e non sono eleggibili in consiglio direttivo.

L’adesione all’Associazione è deliberata, su domanda del richiedente, dalla maggioranza del comitato direttivo.